Cucina

Quali materiali scegliere per la mia vaporiera?

Non tutte le vaporiere sono uguali, ed una delle sostanziali diverse fra i vari modelli sta nei materiali scelti per la loro costituzione. Vediamo insieme cosa potrai trovare sul commercio e quali materiali scegliere per la tua vaporiera.

Fonte: la-mia-vaporiera.com

Materiali e robustezza

Per capire i materiali adatti per la tua vaporiera, vanno innanzitutto identificati i tre elementi che compongono questo elettrodomestico. Esso dispone di un recipiente nel quale inserire l’acqua, un cestello forato per il cibo cotto dal vapore, ed ovviamente il coperto che intrappola quest’ultimo al suo interno proprio per permettere la cottura.

Il coperchio è in genere realizzato in vetro, e dovrai quindi fare attenzione a non farlo cadere. Il cestello è invece più robusto, poiché realizzato in acciaio inox, vetro borosilicato (altrimenti conosciuto come pyrex) o addirittura in bambù. Il recipiente è poi in metallo, un materiale molto adatto al contatto con il cibo. Tuttavia, nei modelli a gas, capita che il recipiente possa essere ad esempio in ceramica.

In genere l’acciaio inox si conferma il materiale più usato e migliore, poiché garantisce un buon compromesso tra robustezza, efficacia e durata nel tempo. Inoltre si tratta di un materiale molto comune, perciò non fa lievitare il prezzo finale della tua vaporiera.

Non dimenticare poi che in commercio troverai differenti forme e tipologie di cestelli. Questi sono stati pensati per permettere la cottura di alimenti diversi o che abbiano necessità differenti, come tipologie di cottura più lunghe o delicate. Come al solito, tutte informazioni sui materiali usati per una vaporiera sono riportati sulla scheda tecnica o il manuale di istruzioni del prodotto.

Come abbiamo appena visto, una buona vaporiera deve essere robusta e realizzata in materiali sicuri e adatti al contatto con il cibo. Anche in questo caso, sul mercato troverai tante alternative.

Leggi anche: La sedia da gaming e il comfort