Hobby

Da quali materiali sono composti i binocoli?

Il tuo nuovo binocolo deve essere prestante e funzionale, ma anche robusto, soprattutto se hai deciso di portarlo con te per osservare la natura. Ecco quindi come scegliere i materiali migliori in base alle tue diverse esigenze.

Fonte: www.migliori-binocoli.info

La qualità dei materiali

Per la realizzazione delle lenti dei binocoli si usa il vetro. I più diffusi sono il BAK4 e il BK7. Il primo è un vetro crown con bario, mentre il secondo è un vetro borosilicato. Entrambi questi vetri offrono capacità diverse di riflettere la luce, perciò è fondamentale scegliere con cura. Non esiste tuttavia il migliore a prescindere, poiché entrano in gioco parametri soggettivi che dipendono dalle tue esigenze d’uso.

Non è difficile trovare in commercio dei binocoli dal prezzo molto contenuto. Tuttavia, questi attrezzi sono spesso studiati per un uso hobbistico base, e sono quindi realizzati con materiali non molto robusti. Se ad esempio sei un appassionato di natura selvaggia che vuole dedicarsi all’osservazione degli animali, magari anche durante la notte, questi modelli potrebbero non fare al caso tuo. Se invece ti piace andare in barca e stai cercando dei binocoli da utilizzare per ammirare l’orizzonte mentre ti rilassi e aspetti che i pesci abbocchino alla lenza, allora puoi tranquillamente evitare di spendere troppi soldi in un modello professionale.

Non dimenticare però che un binocolo realizzato con materiali robusti, per quanto tendenzialmente più costoso, durerà poi più a lungo negli anni, rivelandosi quindi un ottimo investimento. Inoltre, questi modelli di binocoli sono quasi sempre molto più versatili, e possono quindi tornare utili in diverse occasioni.

Il vetro è un componente fondamentale usato per i vetri del tuo binocolo. Anche esso quindi farà la differenza non solo sul prezzo di questo strumento, ma anche sulla sua qualità e durata nel tempo.

Leggi anche: Come si usa un depilatore elettrico: come funziona?